OBIETTIVI

    Il programma si pone sinteticamente i seguenti obiettivi:

    LA NOSTRA STELLA POLARE:
    UNA CITTA’ BELLA E GIUSTA

    La nostra stella polare è la ricerca del bello. Una città bella è ordinata, pulita, elegante, funzionante, creativa, dinamica e capace di dare identità ai luoghi e riconoscerne il genio.
    Una città giusta è solidale, aperta, accogliente, rispettosa, sicura, trasparente, capace di fare comunità, capace di superare gli egoismi personali e di gruppo avendo come fine il bene comune e l’inalienabile diritto di ogni cittadino di essere felice.

    AMBIENTE:
    ECO-BELLEZZA COME MOTORE DELLO SVILUPPO

    Il primato della bellezza è al centro di tutto. Ogni piccolo o grande intervento nel tessuto vivo della città dovrà essere attuato nel
    rispetto dell’ambiente, del rapporto costi/benefici, della nostra storia e della nostra tradizione. La stessa scrupolosa attenzione
    andrà posta ad ogni minimo particolare, dalla scelta dei colori e dei materiali alla loro futura manutenzione. In questa ottica, ad esempio,
    l’Arboreto diventerà una Scuola di Giardinaggio, Arti e Mestieri, cuore pensante ed operativo della tradizione del fare.

    URBANISTICA:
    DALL’ASFISSIA NORMATIVA ALLA QUAUTA’ DEL PROGETTO

    L’urbanistica deve tornare a pensare alla forma della città. E’ finita un’epoca: stop alla speculazione edilizia e spinta alla
    riqualificazione. Consistenti premi ed incentivi saranno il motore di una nuova stagione di Investimenti diffusi sul patrimonio edilizio.
    Puntiamo sulla qualità degli interventi, su una norma semplice ed efficace e su strumenti come i Permessi Convenzionati
    pubblico/privati per i quali sarà costituito un apposito Team di Supporto.

    TURISMO:
    DESIDERARE RICCIONE, VOGLIA DI VIVERE UN SOGNO

    Fare turismo è vivere emozioni; creare legami e relazioni. E’ comunicare l’identità di un territorio, il suo carattere, le sue
    eccellenze, i suoi valori, la sua storia, le sue tradizioni e la sua capacità d’accogliere e far sognare. E’ curare la qualità urbana e
    ambientale, la programmazione qualitativa degli eventi, la sicurezza sociale. E’ rendere la città facilmente accessibile da ogni luogo: da
    terra, dal cielo, dal mare! Ad esempio, Riccione può diventare una Fermata da Sogno delle navi da crociera in viaggio verso Venezia.

    BILANCIO:
    UNA FINANZA PUBBUCA EQUA, TRASPARENTE E SOUDALE

    Un Bilancio solido ed equo, che sostiene le attività imprenditoriali, investe in futuro, protegge le famiglie, aiuta chi ha bisogno, taglia
    le spese superflue, valorizza il patrimonio pubblico e sa stare al fianco del cittadino con spirito di servizio e di collaborazione. In
    quest’ottica sarà attivato uno Sportello del Cittadino, capace di essere ascolto e aiuto per le piccole e grandi esigenze di ogni
    cittadino famiglia e impresa.

    LAVORO:
    IL COMUNE COME ALLEATO DELLA LIBERTA’ D’IMPRESA

    Sviluppo della cultura amministrativa che privilegi oltre al rispetto della norma, il risultato d’impresa. Collaborare con l’Imprenditore
    per sostenere la crescita economica della città. In questa ottica sarà costituita una Agenzia per le Idee che sappia snellire e coordinare
    le procedure e le azioni per lo sviluppo della libera impresa ed accresca le opportunità di buon lavoro per i nostri giovani.

    SOCIALE:
    PASSARE DALL’INDIVIDUO ALLE PICCOLE COMUNITA’

    Ogni bambino, ogni anziano, ogni persona è un valore per la società. Un moderno ed efficiente ‘fare sociale” riconosce e
    sostiene il valore imprescindibile ed insostituibile delle piccole comunità di mutuo-sostegno: dalla famiglia alla scuola, dal
    volontariato all’associazionismo. Unire libertà e comunità per aiutare tutti ad essere felici, partendo dai bambini. E proprio
    pensando a loro, il castello degli Agolanti diventerà il Castello dei Bambini e delle Bambine con attività di intrattenimento
    ludico-sportivo ed educativo permanenti e occasionali.

    SICUREZZA E CONVIVENZA CIVILE:
    DAL CONFLITTO AULA SOCIALITA’

    I cittadini hanno il diritto di sentirsi sicuri e protetti. La Sicurezza parte dal principio di convivenza responsabile. Il decoro urbano, la
    sana vita sociale diffusa, la positività delle relazioni di quartiere e di vicinato sono tutti elementi primari che devono concorrere a farci
    sentire tutti più sicuri, protetti e partecipi. Introdurremo la figura degli Amici di Quartiere: piccolo gruppo di residenti che si rapporta
    col Sindaco per le necessità del quartiere stesso, e che avrà a disposizione anche risorse autonome.

    “la Terra non l’abbiamo in eredità dai nostri padri ma in prestito dai nostri figli”

    A.de Saint-Exupéry

    ©2014 Renatatosi.it Tutti i diritti riservati. Powered By Openspace Soluzioni

    User Login